Crea sito

De Rerum Communicatione

Riflessioni su qualsiasi cosa riguardi la comunicazione, per ora principalmente anime e film d'animazione

Violet Evergarden EP 1 – Recensioni In Itinere [SPOILER]

Posted by on 13 Gen, 2018 in Recensioni In Itinere |

Violet Evergarden” inizia ad essere trasmesso il 12/01/18. La nuova Doll preferita dell’inverno 2018 vuole superare le proprie barriere, per dare un senso alle parole ultime di un compagno.

Sinossi:

L’episodio inizia con un flashback e con una domanda principale a cui si troverà risposta alla fine dello stesso.
Finito il flashback, la malmessa Violet non riesce ad apprendere dai movimenti e l’atteggiamento di Hodgins (ex comandante dell’esercito) che proprio Gilbert, non ce l’ha fatta. Viene convinta attraverso la menzogna a seguire il comandante. Questo le ha comprato tre regali, dei pupazzi di pezza. Lei sceglie il cagnolino (ricordatelo).
Hodgins porta Violet dai parenti più stretti del maggiore, la famiglia Evergarden, ma il desiderio di Violet di “essere gettata via” le impedisce di rimanere in quella casa e porterà Hodgins ad assumerla nella sua compagnia postale. Qui faremo la conoscenza di Benedict, il quale dovrà prendersi cura della nuova arrivata.
Per un fraintendimento inizia a consegnare la posta di notte. Intercettata da Hodgins viene portata a cena da lui e il suo giovane supervisore.
Finita la cena inizia il primo vero dialogo che apre le porte alla trama e al percorso di Violet come persona, di cui parleremo tra poco.
Tornata nella sua stanza si vede il cagnolino di prima a terra, steso. Violet ha spalancato la finestra e ora è sul tetto mentre osserva la propria mano meccanica e lo spettacolo delle luci notturne.
La mattina dopo un cliente chiede alla protagonista di scrivere una lettera alla sua amata, chiesta in sposa da un altro uomo. Lei lo porta da chi procederà con la richiesta: Cattleya, un’ Auto Memory Doll. La composizione della lettera e del “ti amo” finale faranno identificare Violet perfettamente in ciò che l’uomo prova per la destinataria, portandola a voler scrivere come le Dolls per poter imparare il significato di quelle stesse parole.

Riflessioni:

Violet non ha coscienza di qualsivoglia norma sociale, come diventa palese nelle scene a casa Evergarden, fino ad ora è stata solo un’arma priva di emozioni. Ora che la guerra è finita deve trovare il suo posto in questo mondo. Hodgins, attraverso un forte dialogo, fa capire bene allo spettatore come Violet avrà da imparare molte cose da ora in poi, ma soprattutto che è piena di bruciature, ed è ancora in fiamme. Durante la guerra fisicamente, le ferite ancora si vedono sul suo corpo; ora è in fiamme emotivamente e non riesce a rendersene conto.
Da cane del maggiore Gilbert, dopo il discorso del presidente, passa ad individuo e inizia il suo percorso come persona, come dicevamo prima.
Fine del "cane", cane, soffitta, vita, violet evergardenVediamo il cagnolino di pezza steso sul pavimento, mentre Violet ha aperto una nuova finestra sulla sua vita, ed ora è letteralmente sul tetto dell’edificio, osservando le sue nuove mani meccaniche e lo spettacolo delle luci notturne della città, le immense fiamme che la circondano.
I flashback pieni di sangue e violenza culminano con le dichiarazioni di Gilbert, che le dice di vivere libera la sua vita e che confessa di amarla. Violet è in grado di piangere.
Violet Evergarden vuole imparare cosa significhi amare qualcuno, vuole imparare il significato di sole due parole ritornando a scrivere, dono che le ha fatto lo stesso maggiore. Proiettandosi e identificandosi nelle parole altrui, vuole trovare se stessa.
Ci riuscirà oppure no?

Stile:

Violet Evergarden è animata dalla Tokyo Animation. Personalmente adoro i disegni e le animazioni sono perfettamente fluide. Ho letto in giro di come agli altri non piacciano i filtri, il blur eccessivo etc. Per quanto mi riguarda i colori e gli effetti sono perfetti così come sono stati resi; gli effetti di luce sono altrettanto suggestivi e mai di troppo. Interessante la scena dove le luci dei lampioni prima e della case poi, immergono visualmente Violet tra le fiamme. Veramente un ottimo lavoro.

Violet disegno, arte, colori, blur, effetti, violet evergarden

 

Musica:

Violet Evergarden ha una colonna sonora composta da Evan Call. Dopo solo un episodio sono rimasto già colpito positivamente. Le musiche sono orchestrate bene e rispecchiano l’atmosfera che si respira. Ci vorrà un po’ prima di una release ufficiale della colonna sonora (OST), ma spero esca al più presto.
Nel frattempo ho lavorato io stesso a una cover di una delle tracce che si sentono verso la fine dell’episodio, dal titolo ancora sconosciuto, vi lascio qui il link:

Per iscriversi alla Newsletter: